News
1
Ott
Articolo di Ilaria Fusco

Assicurazione in Viaggio

Io penso al viaggio, lei pensa a me

Mentre prepariamo le valige per un viaggio speriamo sempre di non incorrere in spiacevoli inconvenienti, talvolta però, anche una semplice influenza o un piccolo infortunio possono causare dei problemi.

La seccatura sarebbe maggiore se dovessimo trovarci in Paesi di cui non parliamo correttamente la lingua, in cui non conosciamo i nomi dei medicinali equivalenti disponibili presso le farmacie e le spese sanitarie potrebbero avere costi ingenti.

Per evitare spiacevoli sorprese esistono delle forme assicurative a tutela del turista italiano che soggiorna in un Paese straniero a breve o lungo termine.

L’assicurazione sanitaria viaggi è uno strumento d’aiuto in tali circostanze.
La polizza, infatti, prevede rimborsi per spese di medicinali, ricoveri, trasporti di emergenza in ospedale, interventi chirurgici, ed anche la possibilità di avere un interprete e di essere rimpatriato con urgenza.

Il contratto resta attivo per la sola durata della vacanza, ma è possibile anche scegliere la formula annuale che prolunga la copertura a tutti i viaggi in programma nei 12 mesi successivi.
Qualora il soggiorno si prolunghi per cause legate all’infortunio, la compagnia assicurativa potrà coprire le ulteriori spese sostenute.

Si tratta di un prodotto nato per tutelare i viaggi su lunghe distanze, in luoghi molto lontani dall’Italia, come Africa ed Asia, e dove il servizio sanitario è completamente privato, come ad esempio, negli Stati Uniti.
Negli ultimi anni, il turista medio è diventato molto più dinamico, grazie all’abbassamento dei prezzi dei voli, alla maggior autonomia di organizzare un viaggio con gli strumenti offerti da internet, e quindi, alcune mete che apparivano molto esotiche sono diventate più “vicine”, di conseguenza, la richiesta di strumenti di protezione è aumentata, e l’offerta si è perfezionata ed è diventata anche meno onerosa.

Si può stipulare l’assicurazione sanitaria per spostamenti di lavoro, di piacere o di studio, per se stessi o per tutti i componenti del viaggio, in Italia o all’estero.
E’ anche prevista l’opzione di coperture aggiuntive, come quelle relative a spese sostenute a causa di ritardi nei voli aerei, furti del bagaglio, danni ai dispositivi elettronici di valore ed ipotesi di responsabilità civile per danni cagionati a terzi.

Tutte le informazioni necessarie si trovano sui siti online delle compagnie assicurative e bastano pochi passaggi per fornire documentazioni utili e completare l’operazione.

I viaggiatori di ultima generazione hanno quindi un altro accessorio utile da mettere in valigia insieme al solito spazzolino, carica-batterie e…. (perché no?) anche un oggettino scaramantico!