30
AGO

Luce e gas: slitta al 2020 la liberalizzazione

Come era nei progetti della maggioranza, in particolare nei propositi del M5s, con l’approvazione del decreto Milleproroghe, slitta di un anno, da luglio 2019 a luglio 2020, la completa liberalizzazione del mercato elettrico. Si tratta di un nuovo rinvio dopo quelli già decisi in passato, sempre dietro la spinta dell'authority. Il sottosegretario al Mise con deleghe all'Energia, Davide Crippa, motiva così la decisione dell'esecutivo: "Vogliamo utilizzare questo periodo di tempo concesso dal Parlamento per migliorare le condizioni per la realizzazione di un sistema competitivo che sia in grado di coniugare migliori prezzi per il consumatore con sicurezza e tranquillità delle famiglie, con contratti luce e gas chiari".

Cosa accade ora

Di fatto, in Italia, ci sono ancora 20 milioni di utenze (quasi il 60%) che non hanno ancora effettuato il passaggio al mercato libero e a cui vengono applicate tariffe, che al netto di alcuni oneri fissi variano ogni tre mesi e sono stabilite dall’autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera). Queste famiglie, avranno dunque un anno in più per il passaggio al mercato libero, Il giorno per il cambiamento resta lo stesso: si tratterà infatti del primo luglio 2020 invece che di quello dell’anno precedente.

Verso il mercato libero

Il mercato libero dopo aver affiancato quello tutelato nel 2007 dovrà nel 2020 avvicendarlo. I vantaggi seppur non ancora percepiti a pieno, da una buona parte degli utenti ai quali sono rivolti, sembrano evidenti. A “decidere” le tariffe saranno le società elettriche che, proprio come accade per le compagnie telefoniche, daranno la possibilità ai consumatori di scegliere tra una vasta tipologia di offerte e contratti. E’ in questo scenario che viene giustificata la scelta del governo di rimandare tale operazione, infatti secondo quanto dichiarato dai vertici: “ bisognerà lavorare con tutti i soggetti coinvolti come Antitrust, operatori del settore e consumatori al fine di raggiungere per il 2020 l'obiettivo fondamentale di garantire alla collettività un mercato energetico efficiente, sostenibile e trasparente”.